Tubature Valpelline, cinque indagati

La procura di Aosta ha chiuso l'inchiesta nata dalla segnalazione di presunte anomalie nella sostituzione di tubi 'ammalorati' dell'acquedotto comunale di Valpelline, eseguita da una società che parallelamente ha realizzato una centralina idroelettrica privata. Sono cinque gli indagati, tra impresari, responsabili e direttori dei lavori. Vengono contestati, a vario titolo, l'inadempimento di contratto di pubblica fornitura, false dichiarazioni, reati edilizi, ambientali e paesaggistici. Le indagini del Corpo forestale della Valle d'Aosta sono coordinate dal pm Carlo Introvigne. In base agli accertamenti condotti, una delle presunte irregolarità riscontrate riguarda proprio alcune tubazioni: pur essendo idonee all'impiego nell'acquedotto e non presentando rischi per la salute non sarebbero nuove, ma già usate per alcuni anni nell'impianto antincendio di un'altra infrastruttura.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Champdepraz

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...